Leggere sotto l'ombrellone: 5 libri che parlano di lavoro con ironia e leggerezza
/

Leggere sotto l'ombrellone: 5 libri che parlano di lavoro con ironia e leggerezza

Nel tentativo di prolungare ancora un po’il benefico ‘effetto vacanza’ abbiamo pensato di riproporvi questo articolo di Roberta Lambert che parla di libri da leggere sotto l’ombrellone o, con l’arrivo dell’autunno… sotto le coperte.

Una delle cose che preferisco fare in vacanza è dedicarmi alla lettura. Le ferie ci permettono di rigenerare la nostra mente per essere nuovamente concentrati e creativi e credo che i libri rappresentino una finestra aperta sul mondo in grado di arricchirci, anche mediante un po’ di autoironia. Come? Con letture divertenti che sdrammatizzano temi caldi come la ricerca di lavoro, le relazioni con i colleghi, l’identità professionale. Vi propongo cinque libri che potrebbero essere validi spunti di riflessione, da leggere con leggerezza sotto l’ombrellone.

Tanti baci dalla Masmenia

Tanti baci dalla Masmenia di Fabienne Betting

Storia divertente di un lavoro paradossale ma ben retribuito: il traduttore di mesmenio. Il libro racconta le avventure surreali di un ragazzo parigino che si licenzia dal fast food dove lavora per tentare la fortuna come traduttore di una lingua sconosciuta. Ma finirà nei pasticci!

 

Buongiorno pigrizia

Buongiorno Pigrizia di Corinne Maier

Un libro dissacrante e pungente che riesce a fare del sarcasmo sulle nostre abitudini lavorative e sui rituali aziendali più comuni. Se siete dei workaholics potrete facilmente riconoscervi e magari prendere spunto da qualche trucco per mantenere l’immagine, ma solo agli occhi dei capi, di stacanovisti e lavorare
meno.

 

Tipi da ufficio

Tipi da ufficio di Maurizio Gennari
Una serie di schede con tanto di illustrazioni dei principali tipi da ufficio, per riconoscere i vostri colleghi e ridere delle loro peculiarità.

 

Un gran bel viaggio

Un gran bel viaggio. La divertente parodia di un manager in missione di Enrico Emanuelli

Dettagliati promemoria aziendali guidano un dirigente in un'avventura grottesca ambientata in Sud America. Con l'obiettivo di far approvare un importante progetto della multinazionale per la quale lavora, il protagonista si trova invischiato in storie di corruzione e immoralità. Il linguaggio è intriso di una satira raffinata sul nostro tempo, nel quale si giustifica ogni mezzo pur di essere competitivi sul mercato.

 

Invertendo l'ordine dei fattori

Invertendo l'ordine dei fattori di Lello Gurrado

Il romanzo affronta un tema attuale: la perdita dell’identità professionale. Gianni è un orologiaio da tre generazioni ma la sua attività non riesce più a stare al passo con i tempi. Il figlio, laureato alla Bocconi, vende il negozio di famiglia, a una grossa catena, che ne ne fa uno dei suoi tanti punti vendita. Il negozio perde la sua anima e Gianni la sua identità. Ma con un pizzico di follia saprà riscattarsi, anche dalla commiserazione del figlio.

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Questa domanda è per verificare se sei un visitatore umano e per impedire l'invio automatico di spam.